13 motivi per cui è stata rinnovata la stagione 3 controversa su Netflix

Netflix ha annunciato che riporteranno 13 Reasons Why per la stagione 3.

13 motivi per cui è stata rinnovata la stagione 3 controversa su Netflix

13 motivi per cui sta ottenendo una terza stagione su Netflix. Il servizio di streaming ha rilasciato un teaser di 30 secondi per rivelare la notizia, che arriva appena 3 settimane dopo la premiere della seconda stagione. Il teaser presenta una mano che inserisce una combinazione di armadietti e poi apre l'armadietto per portare fuori un pranzo. L'armadietto viene quindi sbattuto per rivelare un numero 3 scarabocchiato su di esso. Il messaggio è rapido e al punto, informando i fan del controverso show che tornerà nel 2019 con 13 nuovissimi episodi.



Netflix ha anche rivelato quella produzione sulla nuova stagione di 13 motivi per cui riprenderà entro la fine dell'anno con una data di anteprima nel 2019. Il popolare show ha generato non poche polemiche nel corso delle sue due stagioni precedenti. La rappresentazione grafica di suicidio, abuso di sostanze, bullismo e aggressione sessuale ha portato i produttori e i creatori a fare annunci di servizio pubblico (PSA), con protagonista il cast, per risorse e ulteriori informazioni sugli argomenti pesanti che 13 motivi per cui ha coperto. I PSA sono stati realizzati prima dell'uscita della stagione 2.

Oltre ai PSA creati per 13 motivi per cui , i membri del cast Dylan Minnette, Katherine Langford, Justin Prentice e Alisha Boe hanno lanciato un video di avvertimento per organizzare la seconda stagione. Nell'avvertimento, il cast avverte della natura grafica della serie e raccomanda ad alcuni spettatori di guardarla da soli, oppure anche per niente. Ci sono state scene molto inquietanti nella popolare serie, ma la scena di brutale aggressione sessuale della scorsa stagione è stata vista come un tentativo esagerato. L'attore Tyler Down, che interpreta Devin Druid, ritiene che sia 'responsabilità' dello show non 'rivestire di zucchero' o 'censurare' 13 motivi per cui . Down afferma che è importante mostrare queste situazioni della vita reale in modo veritiero.

Stagione 3 di 13 motivi per cui è anche controverso con i fan perché le prime 2 stagioni erano tutte basate su un libro. Inoltre, molti credevano già che la stagione 2 stesse allungando un po' le cose, anche se si è conclusa più o meno allo stesso punto. I critici dello spettacolo affermano che Netflix sta usando la controversia che circonda la natura grafica dello spettacolo per aumentare i numeri, sfruttando quindi i milioni di persone nel mondo che hanno subito tali abusi emotivi e fisici.

Sarà piuttosto interessante vedere come Netflix decide di portare la terza stagione di 13 motivi per cui . Potrebbe essere necessaria una nuova direzione, ma la controversia ha sicuramente aiutato la serie in modo importante. Tuttavia, ci sarà un cambiamento piuttosto grande per la serie. La star Katherine Langford, che interpretava Hannah e che era un punto focale della serie, ha annunciato dopo la premiere della seconda stagione che non sarebbe tornata. Tutto deve andare abbastanza liscio per Netflix per annunciarlo 13 motivi per cui tornerà solo 3 settimane dopo la premiere della seconda stagione. Puoi dare un'occhiata al teaser trailer della terza stagione di seguito, per gentile concessione del canale YouTube di Netflix.