Alec Baldwin temeva per la sua vita dopo la sparatoria

L'attore afferma di essere 'nervoso' per il contraccolpo dei sostenitori di Trump in seguito alle affermazioni dell'ex presidente secondo cui le riprese sul set non sono state casuali.

 Il membro dell'equipaggio di Rust fa causa ad Alec Baldwin & Altri sulla sparatoria di Halyna Hutchins

Alec Baldwin dice di 'temere per la sua vita' in seguito alla reazione dell'ex presidente Donald Trump alla sparatoria mortale avvenuta sul set di Ruggine lo scorso ottobre.

Baldwin, 64 anni, teneva in mano quella che credeva essere una pistola di scena 'fredda' mentre provava una scena per il film western indipendente quando ha sparato un round dal vivo, uccidendo la direttrice della fotografia Halyna Hutchins e ferendo il regista Joel Souza.



MOVIEWEB VIDEO DEL GIORNO

In seguito al tragico incidente, l'ex presidente ha affermato che Baldwin 'probabilmente ha sparato a [Hutchins] apposta', facendo sì che l'attore temono una violenta punizione da parte della fanbase iperleale di Trump .

'L'ex presidente degli Stati Uniti ha detto che probabilmente le ho sparato apposta. Per me, quella è stata l'unica volta in cui ero preoccupato per quello che sarebbe successo. Ecco Trump, che ha incaricato le persone di commettere atti di violenza, e stava puntando il dito contro di me e dicendo che ero responsabile della morte', ha detto Baldwin alla CNN in una recente intervista, riferendosi alle affermazioni secondo cui l'ex presidente ha incitato la folla violenta che è scesa in Campidoglio nel gennaio 2021.

'Un gruppo di persone è stato incaricato dall'ex presidente di andare al Campidoglio e hanno ucciso un agente delle forze dell'ordine. Hanno ucciso qualcuno', ha detto l'attore. 'Non pensi che ho pensato tra me e me, 'Alcune di quelle persone verranno e mi uccideranno?''

'Era mia amica': Baldwin parla della tragedia del set di ruggine

 Alec Baldwin
ABC

Nonostante le affermazioni dell'ex presidente secondo cui probabilmente era intenzionale, Baldwin è fermamente convinto che Hutchins fosse un suo caro amico e che la sparatoria non fosse altro che un tragico incidente 'uno su un trilione'.

'Era mia amica', ha detto in lacrime l'attore di Hutchins nelle settimane successive alle riprese, dicendo alla stampa è rimasto in contatto con il vedovo del direttore della fotografia e giovane figlio. 'Eravamo una troupe molto, molto ben oliata che girava un film insieme e poi è successo questo evento orribile'.

Lo sostiene anche lui non ha premuto il grilletto della pistola , nonostante una recente indagine dell'FBI che ha stabilito che la pistola era funzionante e non avrebbe potuto sparare senza aver premuto il grilletto. 'Non punterei mai una pistola contro nessuno e premerò un grilletto contro di loro', ha detto Baldwin, che incolpa dell'incidente l'armaiolo del film per aver consentito munizioni vere sul set, lo scorso dicembre a George Stephanopoulos della ABC. 'Mai.'

Hutchins aveva 42 anni.